Post

Visualizzazione dei post da 2018

Memo Lens. 2 lenti a contatto, 1 sola App!

Immagine
Quando cambiare le lenti a contatto?
La risposta sarebbe semplice: -ogni mese per le lenti mensili. -qotidianamente per le giornaliere. -settimanalemtente per le settimanali ecc.
Ma lo fate nei tempi giusti? O vi ricordate di cambiare la lente mensile dopo 2 mesi quando vi da fastidio e non ce la fate piú?
Un consiglio cheposso darvi é quello di segnare la data di apertura della lente sulla scatola stessa. La stessa cosa la fa questa app: MemoLens (spero che il link funzioni correttamente, esiste anche al versione per apple)
Una lente usata piú del dovuto presenta una struttura deteriorata nella quale si possono infiltrare germi e batteri, perde di qualitá ottica e meccanicamente rischia di fare piú attrito con cornea e congiuntiva!
Questa app vi permetterá di tenere traccia delle lenti che usate e vi avviserá alla scadenza! In questo modo potrete evitare di abusare della lente e i vostri occhi ve ne saranno grati.

lenti bifocali, una potenziale alternativa alle progressive.

Immagine
Sembra che il mondo le abbia dimenticate... ma sono ancora tra noi.
Ma se non riuscite ad usare le lenti progressive potreste provare con loro: Le lenti bifocali!
Per chi non lo sapesse: sono lenti progettate per guardare da distante ma dotate di una piccola porzione in basso dedicata alla visione da vicino.
Spesso associate all'avanzamento di etá... e secondo molti sono antiestetiche... ma potrebbero stupirvi!
Sono molto più confortevoli delle lenti progressive in quanto sfruttano solo due punti focali: uno da lontano ed uno da vicino. Di conseguenza non generano le distorsioni del campo visivo che nelle lenti progressive sono piú accentuate e creano tanti problemi
Inoltre la zona da vicino, essendo assente la zona per la visione a distanze intermedie, è posta più in alto ed è più facile da raggiungere; inoltre per quanto piccola sia può sfruttare un'area maggiore rispetto alla sua controparte progressiva.
Come per le progressive ne esistono varie tipologie:
Classiche a lunet…

il marketing della Luce blu... (riflessioni di un optometrista).

Immagine
Siamo letteralmente bombardati da messaggi che ci dicono che tutti i nostri problemi di fronte ai monitor arrivano dalla luce blu o HEV (High Energy Visible light.)
Ma ne siamo sicuri? Come esseri umani siamo sempre stati bombardati da queste frequenze, emesse dal sole (insieme a ultravioletti e infrarossi). Come uomo di scienza so che non fanno benissimo ma so anche che la natura ci ha dato anche i mezzi per proteggerci! E la luce solare é ben piú forte di quella di un monitor. Inoltre, almeno in Europa, tra inquinamento e posizione geografica, abbiamo una incidenza di UV inferiore a quella presente nelle zone equatoriali.
Per fare una similitudine possiamo considerare che l'emissione dei monitor sia come un forno acceso a 40 gradi... si cucina ben poco a quelle temperature! E se avessimo un forno abbastanza grande da metterci un essere umano all'interno (in pratica una sauna), questi sopravviverebbe ai 40 gradi senza eccessive difficoltá!
Secondo questo ragionamento la luce b…

Fotofobia

Immagine
É esplosa la primavera! E si é rivelata con un caldo tale che pare quasi di essere in estate!
Usualmente mi verrebbe da parlarvi di quanto proteggono gli occhiali da sole, ma vorrei fare uno strappo alla "regola".

É normale la sensazione di abbagliamento in presenza di forte luce e costituisce un meccanismo di difesa... Ma quando la luce diventa addirittura insopportabile?
Oggi affrontiamo la fotofobia: ovvero una elevata sensibilitá alla luce. Quali le causee? Come gestirle?
Andiamo dunque a percorrere il tragitto della luce da quando entra nell'occhio. (perdonate piccole inesattezze legate al fatto di cercare di spiegare con parole semplici situazioni complesse)
Lacrima La prima superficie che incontra la luce non é la cornea ma il film lacrimale. Non a caso molte dislacrimie e sindromi da occhio secco possono portare ad abbagliamento. La lacrima offre infatti una superficie liscia e riflettente, a differenza della cornea che rappresenta una superficie trasparente ma …

In arrivo lenti a contatto fotocromatiche. Parliamone.

Immagine
La FDA (Food und Drug Adiministration) ha testato e approvato in America le lenti a contatto fotocromatiche.
Si tratta di lenti a contatto che reagiscono alla luce solare diventando piú scure. Dovrebbero proteggere dalla luce intensa e dai raggi uv... proprio come un occhiale da sole! ...O meglio come le lenti fotocromatiche per occhiali, quelle che diventano scure se esposte alla luce solare. Purtroppo su queste lenti non sono stati diffusi altri dettagli importantissimi come il materiale o il dk/t...
Vi starete chiedendo cos'é il dk/t? É un numerino che mi indica la permeabilitá all'ossigeno delle lenti in funzione del loro spessore. A tal riguardo possiamo distinguere due grosse famiglie di lenti morbide: Permeabili all'ossigeno. Hanno un dk/t elevato, generalemte tra 80 e 140. Vuol dire che l'ossigeno passa attraverso la lente ed evita l'ipossia corneale (carenza di ossigeno dell'endotelio). Solitamente sono fatti di materiale composto da un silicone ed un h…

l'illusione ottica che spopola nei social: spiegazione

Immagine
Di recente un paio di miei amici mi hanno mandato il link a questa illusione ottica.

In realtá questa illusione ottica esiste dal 1800 (circa) Funziona cosí: osservando e fissando l'immagine sottostante abbastanza a lungo essa scompare.

Non appena si sposta lo sguardo ecco che riappare. L'illusione ottica in questione é abbastanza semplice da spiegare ed é legata ad un mix di fattori tra cui l'adattamento ambientale e il basso interesse per lo stimolo stesso.

Non é un fenomeno che troviamo solo negli occhi! Lo stesso effetto lo abbiamo ad esempio su un rumore di fondo, ad esempio quello emesso dal motorino del frigorifero: siamo abituati a sentirlo, inoltre il volume é basso e finiamo per ignorarlo! Se ci fate caso potrete peró sentirlo. E con esso potreste anche accorgervi del ronzio del trasformatore del cellulare o altri piccoli suoni quitidiani a cui generalmente non facciamo caso.
Nella vista, grazie a principi simili, l'immagine sparisce. Diventa un tutt'uno c…

+10.000

Immagine
Non avrei creduto di raggiungere così presto questi numeri. Alla fine del 2016 raggiungevo 1500 visite mensili e a settembre 2017 festeggiavo 5000 visite mensili.
A meno di un anno di distanza il blog ha raddoppiato le visite superando le 10.000 visualizzazioni al mese!
Non sono certo Aranzulla, ma la crescita delle visualizzazioni indica un certo apprezzamento riguardo cio che scrivo e per questo ve ne sono grato.

Se vi fossero degli argomenti che vorreste venissero trattati non esitate a chiedermelo; non appena possibile, mi adopererò per sviluppare l' argomento.
Ancora diecimila grazie a tutti voi che leggete questo blog.

Ottici, optometristi, oculisti, ortottisti. Figure a confronto.

Immagine
Nel corso del 2017 la SOI, Societá Oftalmologi Italiani, ha denunciato un notevole numero di ottici in tutta italia per abuso di professione. L'accusa era di fare diagnosi e di usare strumenti per la misurazione della pressione o visualizzazione della retina.
Dopo mesi di indagini nessuno é stato incriminato (a parte un caso a Livorno) e le strumentazioni requisite dissequestrate. Tali strumenti infatti possono essere presenti nei negozi e possono essere utilizzati purché non vengano usati farmaci o fatte diagnosi. Sono attrezzature che possono aiutare nella valutazione della visione in generale e possono essere una leva a spingere che non ha mai fatto un controllo oculistico a farne uno!
Scrivo questo articolo per informare clienti e pazienti affinché conoscano i poteri e i limiti delle diverse figure professionali e si possano tutelare con maggiore autonomia. Ottico Si diventa ottici dopo 5 anni di studio in un istituto professionale superiore o, per chi avesse giá conseguito il…

Occhiali da vista: che forme andranno nel 2018

Immagine
Negli scorsi anni c'é stata una crescente proposta, da parte dei produttori di occhiali, di montature corpose e colorate, per lo piú in acetato di cellulosa (quel materiale che molti chiamano plastica).

Oggi sto assistendo ad un cambio di tendenza. Continua infatti la richiesta di modelli vintage, ma in metallo. Strutture quindi piú sottili e dalle forme arrotondate.
La forma tonda si é giá affermata nel corso degli anni scorsi, risolvendo talvolta il problema dello spessore delle lenti: spesso gli occhiali tondi permettono di installare lenti con un diametro minore e che risultano quindi meno spessi. É una forma che si ama o si odia, spesso associata, soprattutto se in metallo, ad Harry Potter (che Odino ti maledica! Non ci crederete, ma ho perso un sacco di vendite per questa associazione). Da prendere in considerazione anche nella versione a doppio ponte.
Si affiancano ai "sempreverdi" occhiali a goccia RayBan Aviator, anche nella variante da vista, i Clubmaster (che p…

Adattamento alle lenti.

Immagine
Nel 1937, quando mio nonno aprì il negozio di ottica le cose andavano diversamente.
Non si occupava solo di ottica ma anche di fotografia e geodesia.
A quei tempi l'oculista faceva le visite e prescriveva le lenti, l'ottico le montava.
Tutto veniva fatto a mano, con minore precisione e scendendo a compromessi... e se quell'occhiale appena consegnato faceva girar la testa ci si doveva adattare.

Oggi, a 80 anni di distanza, molte cose sono cambiate.
Spesso gli ottici hanno anche un diploma o una laurea in optometria e partecipano a continui corsi di aggiornamento.

Competenze maggiori per risolvere problemi specifici, legati non solo al veder nitidamente, ma anche ad una visione più confortevole e che richieda meno adattamenti da parte dell'utente finale.

Meno adattamento non significa nessun compromesso.
Lo vedo ogni giorno con le lenti progressive: le più evolute costano di più, offrono minori distorsioni laterali ma richiedono comunque un po' di elasticità; anche se …

Cosa fa la realtá virtuale ai vostri occhi.

Immagine
Ero un ragazzino quando uscí il film "Il Tagliaerbe". A quel tempo non esisteva nemmeno windows 95 e la realtá virtuale era solo fantascienza...
ma giá mi affascinava.

Ne ebbi un assaggio nel 2000 al Siggraph che si svolse a New Orleans... il dispositivo era affascinanate, ma le immagini che presentava erano ancora molto grezze.
A distanza di quindici anni ecco che compaiono numerosi sistemi di realtá virtuale: Il Vive della HTC e Rift prodotto da Oculus; Strumenti ancora costosi ma con prezzi abbordabili dagli appassionati.
Oggi abbiamo a disposizione anche il PSVR distribuito da Sony. Decisamente alla portata di tutti e con un design spaziale. Va collegato alla playstation 4 e una volta indossato il casco ci si trova in spazi aperti.
la qualitá delle immagini non é il massimo a causa della risoluzione del display, ma garantisce una immersivitá tale da passare in secondo piano nel giro di pochi secondi.
Sony punta ad un mercato ampio.
Con la Playstation 2 ha spinto e affer…

Il fenomeno dei cerchi sulle lenti!

Immagine
Apriamo un capitolo riguardo i cerchi sulle lenti. Cercheró di non dilungarmi... ma come al solito sento il dovere di spiegare da dove arrivano!
Avete presente uno specchio d'acqua?

Se guardate la foto qua di fianco ne avrete un esempio: la superficie del lago in lontananza lavora come uno specchio. Tuttavia le rocce in primo piano sono perfettamente visibili, l'acqua é trasparente e non vi é alcun riflesso! Questo fenomeno é dovuto alla riflessione totale. Normalmente i raggi luminosi passano attraverso l'acqua e vengono deviati con una certa angolazione; se peró incidono la superficie con un angolo superiore a quello della deviazione ecco che la luce rimbalza sulla superficie e genera il riflesso.
É lo stesso fenomeno che avviene con le lenti quando si formano i cerchi. Se vi mettete di fronte all'occhiale non ne vedrete (come nelle rocce vicine)...
...ma se ruotate l'occhiale ecco che appaiono (come i riflessi lontani)!

Maggiore é l'indice refrattivo della l…

Patente e occhiali: l'europa ci multa

Immagine
Nel lontano 2013 scrissi questo articolo: "Novità patenti 2013" Oggi, nel 2018, mi ritrovo a leggere  che la commissione europea potrebbe multare l'Italia per un mancato adeguamento alle relative norme.

Tali norme richiedevano i seguenti test: Visione binoculareVisione perifericaAcuità visivaSensibilità a basso contrastoTest in visione notturnaVisione in abbagliamentoTempi di recupero dall'abbagliamento
I risultati di questi test dovevano permettere una analisi più accurata del sistema visivo al fine (così mi spiegarono 5 anni fa) di poter concedere patenti con limitazioni che consentissero all'utente di potersi spostare senza causare rischi per la comunità.
Ad esempio un anziano con una lieve cataratta avrebbe potuto usare la macchina per far la spesa, ma solo in orario diurno, quindi con condizioni di luce tali da consentirne la guida in sicurezza (la cataratta infatti genera abbagliamento ed una riduzione della sensibilità ai bassi contrasti, ma se di entità lie…

Lenti fotocromatiche nel 2018

Immagine
"Le cose di oggi non sono piú come una volta!" Suona come una frase alta nostalgica, tuttavia vera: molte cose oggi sono fatte meglio di come venissero fatte una volta!

Le auto riescono a macinare piú km con meno benzina e maggiore confort. I computer elaborano dati piú velocemente ed occupano meno spazio. Le lenti fotocromatiche reagiscono piú velocemente e con maggiore efficienza.

Le lenti fotocromatiche sono lenti che hanno subito particolari trattamenti al fine di fare si che in presenza di una forte luce cambiassero colore, trasformando un occhiale da vista in un occhiale da sole!

All'inizio le lenti fotocromatiche non diventavano scure come quelle prodotte oggi; e nemmeno tornavano molto chiare, creando talvolta insoddisfazione in chi le comprava. Ma col tempo le cose sono cambiate e ad oggi abbiamo a disposizione lenti fotocromatiche di prim'ordine!

A dominare il mercato tra i produttori di lenti fotocromatiche c'é la Essilor con le sue lenti Transitions; …

Manutenzione lenti a contatto morbide: facciamo un bel ripasso!

Immagine
Le lenti morbide sono molto diffuse. Tanto diffuse quanto i problemi legati ad errate manutenzioni ed usi non corretti.
Lo sapevate che quasi tutti i problemi legati all'uso delle lenti a contatto non deriva da un problema della lente ma da un uso improprio?
I produttori di lenti a contatto seguono rigide procedure di produzione e controllo in ambienti praticamente sterili ed altamente controllati.
Vi propongo quindi un rapido ripasso delle procedure per gestirle in sicurezza.
Lavarsi sempre le mani É impossibile gestirle in un ambiente sterile ma possiamo ridurre al minimo le contaminazioni della lente. Per farlo é importantissimo lavare le mani con acqua e sapone e asciugarle bene. In questo modo ridurremo contaminazioni batteriche e di impuritá sia quando le mettiamo che quando dovremo rimuoverle.
Risciaquare le lenti. Mai usare l'acqua. Ripeto: mai usare l'acqua! Essendo le lenti stesse costituite da H2O lo scambio con l'acqua é istantaneo! L'acqua del rubinetto é…

Prezzi dell'ottica dopo l'euro.

Immagine
Ricordo ancora che quando c'é stato il cambio lira euro nel 2002, la benzina dalle mie parti costava poco meno di duemila Lire al litro. Poco meno di 1 €.
Due terzi di quanto non la si paghi ora.
Altre cose invece sono letteralmente raddoppiate. E anche gli stipendi sono aumentati: difficilmente oggi si lavorerebbe 8 ore al giorno per 600 €.
Ma ci sono cose che non sono cambiate. Le lenti costano come nel 2002! Purtroppo non ho trovato i listini ma in quegli anni le lenti infrangibili cr39, con antigraffio e antiriflesso, erano vendute a 90.000. con il cambio divennero 45 €. Le stesse lenti, a distanza di 16 anni, costano 55 €. Tale aumento é in linea con l'inflazione.
Tutt'altra cosa é successo alle montature: sono raddoppiati i costi al dettaglio! Ad oggi uno dei colossi dell'occhialeria italiana (senza far nomi) aggiorna i listini quasi con cadenza bimestrale, aumentando di almeno un euro alla volta. Ecco che un occhiale che costava 115 a fine anno costa 120 e l'a…

Prevenire e fermare la miopia.

Immagine
Prevenire e fermare la miopia non é un argomento nuovo. Giá nel 1970 se ne parlava.
Per dimostrarlo vi riporto un estratto dal libro:  Valutazione e trattamento dei disturbi visivi funzionali di Vittorio Roncagli (pp 196)
Pierce valutò l'effetto delle lenti positive per la visione prossimale confrontando l'attivazione di quattro variabili psicofisiologiche (tasso cardiaco, risposta elettromiografia, tasso respiratorio, e livello di resistenza basale della pelle), la postura, la distanza di lettura e la velocità di lettura. I soggetti furono esaminati in tre diverse condizioni:
Senza uso di un'addizione;Con lenti di sfera +0.50 dt (valore prossimo a quello ricavato dall'Analisi visiva);Con lenti di sfera +1.00 dt (lievemente eccessivo rispetto al valore riscontrato nell'Analisi visiva).
I soggetti con lenti di +0.50 dt dimostrarono una riduzione dell'attività fisiologica, una migliore postura e distanza di lettura e una maggiore velocità di lettura rispetto ai sogge…

Lenti polarizzate: vi faccio vedere come funzionano

Immagine
Letteralemte ve lo faccio vedere! Direttamente dal canale youtube, ecco il video:

Buona visione

4 consigli per prevenire la miopia

Immagine
Una volta un mio professore mi disse: "l'ambiente definisce la funzione; la funzione modifica l'organo".
Sembra una frase tratta dalle teorie evoluzionistiche del Lamarckismo, ma non parleremo di evoluzione e lasceremo in pace anche Darwin. Parleremo di adattamento alle condizioni ambientali; la miopia spesso rappresenta questo adattamento.
Normalmente i bambini nascono ipermetropi: l'occhio é corto ma il sistema visivo riesce a vedere nitidamente da lontano sfruttando i meccanismi utili a focalizzare da vicino. Questi meccanismi fanno aumentare la pressione interna dell'occhio spingendo il bulbo ad allungarsi fino a raggiungere una dimensione tale da poter vedere nitidamente da lontano senza fare sforzo.
Tuttavia quando guardiamo da vicino ecco che li riattiviamo, aumentando di nuovo la pressione interna e la trazione dei muscoli che muovono gli occhi, stimolando nuovamente l'allungamento del bulbo oculare e causando la miopia.
Spesso mi diverto a dire …

Comunicazione di servizio sullo spam

Immagine
Da 5000 visite mensili che ho festeggiato qualche mese fa siamo arrivati ad 8000! Ma la cosa che mi fa pensare "sono famoso!" é che comincia a presentarsi qualche post di spam.
Ne ho eliminati alcuni dove si propongono mirabolanti prestiti e offerte finanziarie che molto probabilmente nascondono truffe e raggiri.
Al momento riesco comunque a rispondere alle domande che mi fate e a moderare i commenti inappropriati come quello che potete vedere a nell'immagine sottostante.


Portate pazienza se non riesco a eliminarli subitissimo, eventualmente segnalatemeli. Vi ringrazio per la collaborazione. Buona lettura.

Sicuri di risparmiare col made in cina?

Immagine
Risparmiare o non risparmiare? La risposta parrebbe ovvia ma c'é un vecchio detto: "chi piú spende meno spende".
Partiamo dalle montature. Cosa comporta spendere poco o spendere tanto? Quando si spende poco si ottengono materiali scadenti.
Le montature in plastica possono essere costruite con polimeri  di qualitá o scadenti:  quand'ero piccolo esistevano dei mattoncini molto simili a quelli della lego...  ma non si incastravano allo stesso modo la plastica era scadente e perdeva di elasticitá rapidamente non garantendo un aggancio solido. Costavano meno ma funzionavano peggio.
Se invece della plastica prendiamo in considerazione l'acetato di cellulosa si potrebbe pensare che siano tutti uguali. Anche qua ci sono notevoli differenze tra quelle economiche e quelle piú pregiate. Quelle pregiate vengono lavorate e fatte stagionare mesi in ambienti con temperatura e umiditá controllate. Se si affretta questo passaggio la stagionatura avviene mentre si usano! Potrebbe c…

Astigmatismo, confusione e (spero) chiarimenti.

Immagine
Nel lontano Marzo del 2012 scrissi questo post sull'astigmatismo cercando di spiegarlo a parole semplici.
Oggi, a distanza di 5 anni faremo qualche valutazione in piú. Nella miopia ho le immagini che si focalizzano prima di arrivare sulla retina; Nell'ipermetropia si focalizzano oltre la retina;
In pratica nelle ricette se qualcosa ha segno "-" significa che sono nitide prima di raggiungerela retina, se ha segno "+" sono a fuoco oltre la retina.

Per avere una immagine nitida il punto focale non deve essere ne' prima ne' dopo ma sulla retina!
Con l'astigmatismo le cose si complicano: dobbiamo dividere la focalizzazione secondo due linee perpendicolari che chiameremo focali.
Queste due linee perpendicolari possono essere orientate in diversi modi ma noi per semplificazione le considereremo a 90 e 180 gradi. Una verticale e l'altra orizzontale.

La distanza dalla retina di queste due focali determina l'ammontare del mio astigmatismo.
Mettiamoc…

tiriamo le somme di questo 2017

Immagine
Oggi 2 gennaio tiriamo un po' le somme di questo 2017
É stato un anno di soddisfazioni e sacrifici: sono riuscito ad andare al mio terzo Elefantentreffen, ho conosciuto persone stupende , ho venduto il sidecar che mi ha accompagnato per ben 6 anni, ho praticamente fatto le vacanze estive a Gardaland e sono riuscito a diplomandomi come optometrista.
Ho iniziato l'anno col botto: 4641 visite... contro 473 del Gennaio precedente! e ho chiuso quest'anno con 5911 a Dicembre ed un picco di 7228 visite a Novembre. Insomma: questo blog assorbe molto tempo libero... ma sta prendendo piede e ne sono fiero!
Ad oggi ancora nessun commento da parte di hater. I post piú visitati in assoluto (dal 2012 ad oggi) sono stati: Lenti sottili? Si, grazie. La lente migliore del mondo! Occhiali molto economici.
nell'ultimo mese La lente migliore del mondo! Lenti sottili? Si, grazie. Le lenti rovinano la vista? Perché le lenti costano tanto Quelle maledette abitudini!

Noto con piacere che nell'ul…